World Grand Prix 2016: anche Anderson si inchina, van Gerwen è imbattibile e trionfa Dublino

La finale tra i primi due giocatori del mondo è stata dominata da Michael van Gerwen che con un netto 5-2 ha sconfitto Gary Anderson ed ha conquistato così il suo terzo titolo del World Grand Prix. 

L’esito dell’attesissimo match di Dublino non è mai stato in discussione. Un parziale iniziale di 9 leg a 2 giocando ad un irreale 108 di average ha consegnato infatti i primi tre set della finale al numero uno del mondo, un vantaggio impossibile da recuperare per un Anderson che in finale è sembrato essere più teso dei turni precedenti. 

Dopo un quarto set vinto per 3-0, lo scozzese potrebbe avere l’occasione di riaprire il match quando van Gerwen fallisce quattro frecce per vincere il quinto set nel quarto leg ed è costretto al decider, ma il due volte campione del mondo in carica trova il doppio iniziale solo al settimo tentativo e van Gerwen si aggiudica il parziale con un comodo 17-darter.

Anderson vince il sesto set non concedendo leg e conquista anche un break ad inizio settimo set. La reazione di van Gerwen però non si lascia attendere e con sei freccette perfette ed un 14-darter l’olandese mette a segno l’immediato controbreak. Un D20 fallito da Anderson per andare a servire per il set sarà l’ultima occasione non sfruttata dallo scozzese, il numero uno del mondo infatti chiude la partita già nel leg successivo con un break in 12 frecce impreziosito da uno strepitoso checkout di 160.

Il terzo trionfo irlandese è stata una delle dimostrazioni di forza più impressionanti della carriera di van Gerwen. L’olandese ha chiuso con un average nel torneo di 99.82, nuovo record per il WGP, il 50% sui doppi ad inizio leg ed il 48% in chiusura. Probabilmente si tratta del riscontro statistico migliore per van Gerwen in un Major, mai sotto il 97 di average in questa settimana, con un livello medio paragonabile ad un 107/108 di average in un torneo senza double in.

La vittoria di Dublino di MVG rappresenta anche un passaggio storico per le freccette PDC, il numero uno del mondo infatti diventa il primo giocatore dopo Taylor a conquistare per almeno tre volte lo stesso Major o torneo televisivo di primo livello. Taylor ha dominato le freccette mondiali per quasi 20 anni ed ha negato in più occasioni il tris di titoli a giocatori come Dennis Priestley, John Part, Raymond van Barneveld, Adrian Lewis e James Wade. 

Michael van Gerwen però ha esattamente la stessa cattiveria agonistica, voglia di vincere e dominare che ha caratterizzato Taylor durante la sua lunghissima carriera. L’olandese nel 2016 ha già conquistato 21 titoli e con ancora otto tornei da disputare in questa stagione, può superare il record di Taylor che nel 2009 se ne aggiudicò 24. Il 27enne di Boxtel inoltre quest’anno è ancora imbattuto nei tornei televisivi di primo livello, avendo conquistato The Masters, UK Open, Premier League, World Matchplay e World Grand Prix.

Sono passati quattro anni dal World Grand Prix 2012, quando l’olandese tornò alla vittoria in un torneo televisivo a quasi sei anni di distanza dalla vittoria a 17 anni del World Masters. Quel torneo van Gerwen lo chiuse con un average nel torneo di “appena” 88.50, con il 42% ai doppi in entrata ed il 36% in uscita, distante anni luce dal livello di gioco a cui ci ha abituato nelle ultime tre stagioni. La crescita di van Gerwen dopo quella vittoria è stata esponenziale, riuscendo a migliorarsi ancora quest’anno soprattutto grazie ad un ulteriore salto di qualità sulle percentuali in chiusura.

Nel prosieguo della stagione 2012, che sembra appartenere ormai ad un’altra era delle freccette, MVG raggiunse anche le finali del Grand Slam of Darts e del Campionato del Mondo, sconfitto rispettivamente da Raymond van Barneveld  e Phil Taylor, per poi lanciarsi in un 2013 ricco di vittorie culminato con quello che rimane al momento il suo unico titolo mondiale. Proprio il Campionato del Mondo che inizierà il prossimo 15 Dicembre, sarà forse uno dei tornei più duri per van Gerwen dal punto di vista mentale. L’olandese ci potrebbe arrivare avendo vinto davvero tutto in stagione e con la pressione che un giocatore della sua classe non può accontentarsi di un solo campionato del mondo quando è da ormai quattro stagione il numero uno incontrastato delle freccette.

Prima dell’appuntamento dell’Alexandra Palace ci saranno altri tornei  televisivi da vincere come lo European Championship, il Grand Slam of Darts e le Players Championship Finals, ma nulla nella testa dell’olandese in questo momento vale quanto un secondo trionfo al Campionato del Mondo. 

Be the first to comment on "World Grand Prix 2016: anche Anderson si inchina, van Gerwen è imbattibile e trionfa Dublino"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*