World Grand Prix 2015, 8 Ottobre: le semifinali saranno Thornton-Suljovic e van Gerwen-Webster

mensur-suljovic-partypokercom-world-grand-prix-quarter-finals-lawrence-lustig-pdc_1xwb7m19of9g21g1ewnl86pzku

I quarti di finale del World Grand Prix non hanno confermato il livello di gioco dei primi due turni di questa competizione, ma non sono mancate le emozioni nella serata di Giovedì che ha visto ancora una volta vincere il numero 1 del mondo Michael van Gerwen. 

Risultati di Giovedì 8 Ottobre
Quarti di Finale
(79.83, 35%)  Ian White 2-3 Robert Thornton  (90.06, 54%)  
(84.08, 42%)  Mensur Suljovic 3-1 Vincent van der Voort  (80.63, 17%)
(85.67, 38%)  Mark Webster 3-2 Jelle Klaasen  (88.75, 32%)  
(95.66, 30%)   Michael van Gerwen 3-0 Jamie Lewis  (79.36, 33%)

Nessun problema per il numero uno del mondo che batte 3-0 Jamie Lewis. Il giovane giocatore gallese non sembra credere neanche lui di poter dare fastidio all’olandese in questo incontro e con un van Gerwen molto rilassato in pedana la partita si conclude molto rapidamente. “Mighty Mike” si aggiudica i primi cinque leg dell’incontro prima che Lewis riesca finalmente a vincere un leg, ma con un 14-darter van Gerwen chiude anche il secondo set. Nel terzo parziale Lewis è bravo a tenere i propri leg sfruttando un D10 mancato per un 128 nel secondo leg ed un D20 sbagliato per un 120 nel quarto leg da parte di MVG. Il due volte campione di questo torneo però non ha voglia di allungare l’incontro e con un 12-darter ed un checkout di 160 chiude la pratica e vola al turno successivo. 

Sarà un altro giocatore gallese l’avversario di Michael van Gerwen in semifinale, Mark Webster infatti ha battuto al leg decisivo Jelle Klaasen. La partita è stato molto irregolare, con Webster che sembrava essere in totale controllo soprattutto per demerito di un avversario troppo falloso sui doppi sia in entrata che in chiusura, ma che si  è poi complicato la vita subendo il ritorno di un Klaasen incapace però di dare continuità al proprio gioco. Il gallese si aggiudica sei dei primi sette leg dell’incontro per andare avanti due set a zero giocando in modo non spettacolare ma molto solido e sbagliando pochissimo. Sfruttando i primi passaggi a vuoto di Webster, l’olandese vince a zero il terzo parziale, ma nel quarto set è il mancino vincitore del Lakeside nel 2009 ad avere l’occasione di chiudere l’incontro quando fallisce tre frecce per andare due leg a zero e “servizio”. Il gallese accusa il colpo e nei quattro leg successivi sbaglia complessivamente 21 frecce in entrata consentendo a Klaasen di conquistare il quarto set ed aprire in vantaggio il parziale decisivo in cui l’olandese ha il vantaggio di tirare per primo. Sull’1-1 nel quinto set Webster ottiene il break chiudendo 86 sul bull dopo che Klaasen era rimasto su 46 grazie ad un 180, la reazione dell’olandese però non si fa attendere e con un 11-darter propiziato dal suo ottavo 180 del match e da un 177, porta il match al leg decisivo. Qui Klaasen non sfrutta il vantaggio di tirare per primo fallendo cinque frecce in apertura e Webster con un 18-darter torna in una semifinale Major a distanza di quasi 4 anni.

Robert Thornton si qualifica per la prima volta in carriera alle semifinali del World Grand Prix grazie ad una vittoria al leg decisivo del set decisivo contro Ian White. Lo scozzese domina la partita più di quanto dica il punteggio, ma alcune chiusure nei momenti cruciali di White e dei passaggi a vuoto in entrata di Thornton, costringono la testa di serie numero 7 ad arrivare fino in fondo. L’inglese era stato stratosferico nel match di secondo turno contro Gary Anderson mantenendo percentuali in entrata altissime e non usando mai più di tre frecce per trovare il doppio d’apertura; la pressione di giocare una partita da favorito però si fa subito sentire e White apre ben 6 dei primi 13 leg con una visita da “no score”.Thornton  dopo aver dominato il primo set in cui tirava per primo potrebbe aggiudicarsi anche il secondo parziale, ma fallisce due frecce per vincere il set nel quarto leg. Nel leg decisivo, con lo scozzese su 102, White trova un fenomenale checkout di 158 per portare il match in parità. Lo scozzese però è decisamente più solido anche nel powerscoring e con leg in 17, 15 e 18 frecce vince a zero il terzo set. Nel quarto parziale Thornton sembra avere l’occasione per poter fare il break nel primo leg quando si lascia su 50 dopo 15 frecce, ma ancora una volta un tempestivo checkout di White, questa volta un 115, mette al riparo l’inglese. Lo scozzese inizia a trovare a fatica il doppio d’inizio leg e nonostante due 12-darter, perde il set al leg decisivo e si vede costretto a giocare un quinto set. Thorton avrebbe l’occasione di fare il break nel secondo leg, ma sbaglia due volte in chiusura, White riesce così a portare l’incontro al leg decisivo dove entrambi trovano subito il doppio d’apertura, ma ancora una volta lo scozzese fa la differenza con una maggiore continuità sul triplo 20 e con un leg in 17 frecce si aggiudica meritatamente l’incontro.

L’avversario di Robert Thorton nell’incontro di Venerdì sera sarà Mensur Suljovic che con una vittoria per tre set ad uno su Vincent van der Voort conquista la prima semifinale in carriera in un Major. L’austriaco non si ripete sui livelli d’eccellenza dei match contro Wade e Whitlock, ma trova la fondamentale collaborazione dell’avversario per ribaltare un match che sembrava essere perso. La partenza è tutta a favore di van der Voort che nonostante manchi 14 frecce in apertura nei primi 4 leg si aggiudica il set con un bel checkout di 127 sul bull. Suljovic non riesce a trovare continuità sui tripli e l’olandese si porta sul 2-0 nel secondo set con un’altra chiusura di qualità, un 156, ed un break ottenuto dopo quattro errori ai doppi dell’austriaco. Con l’avversario che non riesce a trovare il doppio d’apertura, van der Voort si lascia sul D14 dopo 12 frecce con quasi 400 punti di vantaggio su Suljovic. L’olandese però manca 11! frecce per vincere il set con l’austriaco che chiude 89 sul bull per un miracoloso salvataggio. La partita a questo punto cambia completamente direzione, van der Voort accusa psicologicamente il colpo ed esce completamente dalla partita e Suljovic si aggiudica nove leg consecutivi chiudendo la partita in stile con una chiusura di 170.

Programma di Venerdì 9 Ottobre
Dalle Ore 20:00
Semifinali
Robert Thornton v Mensur Suljovic
Michael van Gerwen v Mark Webster

Be the first to comment on "World Grand Prix 2015, 8 Ottobre: le semifinali saranno Thornton-Suljovic e van Gerwen-Webster"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*