World Grand Prix 2015, 6 Ottobre: ancora sorprese a Dublino, tra i big si salva solo Michael van Gerwen

michael-van-gerwen-partypoker-world-grand-prix-lawrence-lustigpdc_1b519krglvobx1a3higifh4djx

Continua a regalare sorprese il World Grand Prix 2015. Dei quattro favoriti dei match di Martedì sera, solamente il numero uno del mondo è riuscito a portare a casa la vittoria. Jelle Klaasen, Jamie Lewis e Mark Webster firmano le ennesime sorprese di questo torneo, ai danni rispettivamente di Dave Chisnall, Michael Smith ed Adrian Lewis.

Risultati di Martedì 6 Ottobre
Secondo Turno
(86.14, 29%)  Michael Smith 2-3 Jamie Lewis  (83.64, 38%)
(88.53, 39%)  Dave Chisnall 2-3 Jelle Klaasen  (91.43, 52%)
(91.87, 43%)  Michael van Gerwen 3-1 Kim Huybrechts  (92.48, 46%)
(78.85, 67%)  Adrian Lewis 0-3 Mark Webster  (91.41, 43%)

Michael van Gerwen vince in rimonta il match di secondo turno contro Kim Huybrechts, nonostante una serata in cui soprattutto sul D20 è stato altamente deficitario. Il numero uno del mondo fatica soprattutto con i doppi in entrata ed un Huybrechts strepitoso si aggiudica il primo set con leg in 15, 14 e 13 frecce. Nel primo leg del secondo set però il belga non sfrutta quattro occasioni per fare il break, il pericolo scampato sembra funzionare da sveglia per van Gerwen che trova nei leg successivi i primi due 180 del suo match ed anche un 174 e riporta il punteggio in parità. Huybrechts inizia a faticare a tenere il ritmo del powerscoring dell’avvversario ed un bull mancato nel terzo set per andare avanti due leg ad uno permette a van Gerwen di conquistare il break decisivo. Nonostante altri quattro errori in apertura van Gerwen si aggiudica il terzo set con un leg in 18 frecce e nel quarto non lascia scampo all’avversario vincendo l’incontro con leg in 15, 15 e 14 frecce.

La serata di Martedì regala altre buone notizie al numero uno del mondo che vede scomparire dalla propria strada verso la finale tutti quanti gli avversari più pericolosi, ossia Michael Smith, Adrian Lewis e Dave Chisnall. Il due volte campione del mondo, palesemente debilitato da un virus influenzale, raccoglie appena due leg contro Mark Webster. Il gallese, agevolato dall’essere in pedana praticamente senza avversario, è bravo nel non concedere la minima occasione a Lewis e chiude la partita sopra il 90 di average. 

Ancora una volta delude Michael Smith che spreca un vantaggio di due set a zero contro Jamie Lewis. L’inglese domina i primi due set in cui nei propri leg concede appena una freccia al bull a Lewis, ma dal terzo set in avanti la partita inizia a scivolare via dal controllo del giocatore di St. Helens. Il terzo parziale si decide al leg decisivo dove il gallese è bravissimo a trovare un leg in 14 frecce. Nel quarto set un errore al D20 di Smith nel terzo leg viene prontamente punito da Lewis che conquista il break in 17 frecce e con un altro leg in 17 si aggiudica il set. Dopo quattro set di buon livello entrambi i giocatori accusa la pressione del parziale decisivo, Smith inizia meglio ottenendo il break nel primo leg con un 13-darter, ma 7 errori nel secondo leg regalano il controbreak a Lewis. Un altro leg pessimo vede Smith sprecare altre due freccette in chiusura e nonostante un 15-darter per portare il match al leg decisivo, l’inglese non riesce a mettere sotto pressione Lewis che con un checkout di 108 si aggiudica l’incontro ed un biglietto con fermata ai quarti di finale a nome Michael van Gerwen. 

In quello che è stato il più bell’incontro della serata Jelle Klaasen ha conquistato una convincente vittoria per 3-2 su Dave Chisnall. L’olandese perde il primo set nonostante il vantaggio di tirare per primo, al leg decisivo dopo aver mancato una freccetta al bull per aggiudicarselo. “Chizzy” sembra dare l’impressione di scappare via quando avanti un leg a zero nel secondo set apre con punteggi di 160 e 180 e si lascia su 81 dopo nove per fare il break. Klaasen però trova il primo dei suoi tanti fondamentali checkout di questo match chiudendo 129 sul bull. Nel leg successivo l’olandese ottiene anche il break con un checkout di 75 e si aggiudica poi il secondo set per 3-1. Al ritorno dalla pausa l’inglese non sembra aver accusato il colpo e con un leg in 13 frecce conquista subito il break in apertura di parziale, ma Klaasen risponde con checkout consecutivi di 134, 97 e 132 sul bull per aggiudicarsi anche il terzo set. Il quarto set viene dominato dai giocatori “al servizio”, l’unica occasione per un break capita proprio a Klaasen che nel leg decisivo del parziale non trova il 129 che questa volta gli avrebbe consegnato il match. La vittoria però è rimandata solamente di qualche minuto, perchè nel quinto set Klaasen, che ha il vantaggio di tirare per primo, si porta avanti 2-1 con due leg in 15 frecce e si aggiudica la vittoria nel quarto leg del set dopo un errore di Chisnall al D20. 

Programma di Mercoledì 7 Ottobre
Dalle Ore 20:00
Secondo Turno
Robert Thornton v Justin Pipe
Mensur Suljovic v Simon Whitlock
Vincent van der Voort v Terry Jenkins
Gary Anderson v Ian White

Be the first to comment on "World Grand Prix 2015, 6 Ottobre: ancora sorprese a Dublino, tra i big si salva solo Michael van Gerwen"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*