World Grand Prix 2015, 5 Ottobre: strepitosi van der Voort e Suljovic, eliminati Taylor e Wade!

Vincent-van-der-Voort460807102-700x357

Incredibile seconda giornata al World Grand Prix 2015. James Wade e Phil Taylor sono stati eliminati rispettivamente da Mensur Suljovic e Vincent van der Voort, autori entrambi di prestazioni superlative! Per Taylor, undici volte vincitore di questo torneo, si tratta della quarta volta che perde al primo turno qui a Dublino. Molto convincente invece la prestazione di Gary Anderson che fa registrare l’average più alto di questo primo turno.  

Risultati Lunedì 5 Ottobre
Primo Turno
(79.92, 12%)  Andrew Gilding 0-2 Simon Whitlock  (85.65, 29%)  
(84.97, 32%)  Justin Pipe 2-1 Steve Beaton  (75.35, 22%)
(84.60, 33%)  Mervyn King 1-2 Terry Jenkins  (86.01, 57%)
(94.41, 50%)  James Wade 1-2 Mensur Suljovic  (93.23, 70%) 
(89.20, 33%)  Ian White 2-0 Jamie Caven  (80.50, 37%) 
(97.03, 24%)  Phil Taylor 0-2 Vincent van der Voort  (90.14, 33%)
(97.89, 50%)  Gary Anderson 2-0 John Henderson  (86.07, 100%)
(96.98, 67%)  Robert Thornton 2-0 Daryl Gurney  (89.76, 43%)

Tabellone del Secondo Turno

Michael van Gerwen (1) – Kim Huybrechts
Michael Smith (8) – Jamie Lewis
Dave Chisnall – Jelle Klaasen
Adrian Lewis (5) – Mark Webster
Gary Anderson (2) – Ian White
Robert Thornton (7) – Justin Pipe
Vincent van der Voort – Terry Jenkins
Mensur Suljovic – Simon Whitlock

Vincent van der Voort batte per 2-0 Phil Taylor e conquista la prima vittoria in carriera in un torneo televisivo valido per il ranking contro il 16 volte campione del mondo. Entrambi i set sono stati molto lottati, ma Taylor ancora una volta come è accaduto in tante altre occasioni nell’ultimo anno, è venuto meno sui doppi in quando messo sotto pressione, ed un Van der Voort quasi perfetto è stato chirurgico nel punire ogni minimo errore dell’avversario. Dopo un brutto primo leg Taylor sembra essere in serata di grazia e manca il Bull per un 9-darter nel secondo leg!. Due errori al D8 dell’inglese per fare il break nel terzo leg consentono a van der Voort di mantenere il vantaggio nel set che l’olandese si aggiudica al leg decisivo sfruttando quattro errori al D20 in apertura di Taylor. Il secondo set vede Taylor tirare per primo, ma nessuno dei due giocatori ha occasioni per il break e si arriva così al leg decisivo. Taylor dopo aver fallito due freccette al doppio d’apertura si lascia su 105 dopo 12 con van der Voort che gli mette pressione rimanendo su 48. “The Power” fallisce il D16 che gli avrebbe dato il set e van der Voort con freddezza trova il D8 che gli consegna una delle vittorie più prestigiose della carriera. 

Può festeggiare dell’eliminazione di Phil Taylor anche Terry Jenkins che al secondo turno affronterà proprio Vincent van der Voort. Terry Jenkins conferma il buono stato di forma mostrato sul Pro Tour con una convincente vittoria su Mervyn King. Il primo set è quello che probabilmente decide l’incontro, un Jenkins fino a quel momento poco brillante recupera da due leg a zero sotto, sfruttando due errori per il set di King nel quarto leg ed un checkout di 100 non chiuso dall’avversario nel leg decisivo. Jenkins aumenta il livello del proprio powerscoring e sembra avere in pugno la partita quando si appresta a tirare per il match nel leg decisivo del secondo set, ma un leg in 13 frecce consente a King di portare il match al set decisivo. Jenkins però reagisce da grandissimo campione ed in appena 41 frecce si aggiudica il set decisivo.

In quella che è senza dubbio la partita del primo turno uno strepitoso Mensur Suljovic elimina il due volte vincitore e testa di serie numero 6 James Wade. L’incontro è stato giocato da entrambi su livelli altissimi, James Wade si è aggiudicato per tre leg ad uno il primo set grazie a leg in 15, 15 e 14 frecce. “The Machine” sembrava avviato verso una comoda vittoria quando avanti 1-0 nel secondo set ha trovato due 180 consecutivi per lasciarsi su 81 dopo 9. L’inglese però non è riuscito a chiudere il leg e l’austriaco è stato fenomenale nel vincere il leg in 13 frecce e poi ottenere il leg con un checkout di 114 e chiudere il set con un altro leg di qualità in 14 frecce. Wade ha accusato il colpo, mentre Suljovic ha preso sempre più fiducia allungando la striscia di leg vinti consecutivamente a sei vincendo il terzo set a zero con checkout di 148 e 129, conquistando così un’altra grandissima vittoria in un torneo televisivo dopo quella su Gary Anderson al World Matchplay di Luglio.

Il quarto di tabellone in cui erano presenti sia Taylor che Wade diventa una grandissima possibilità per tutti i giocatori coinvolti e l’avversario di secondo turno di Mensur Suljovic sarà Simon Whitlock che ottiene una facile vittoria per 2-0 su Andrew Gilding. Partita quasi mai in discussione, il giocatore inglese che aveva impressionato tutti quanti allo UK Open non entra mai nel match, faticando moltissimo sui doppi sia in entrata che in chiusura e per Whitlock è molto facile aggiudicarsi il primo set nonostante un 3 su 14 in chiusura. Nel secondo set si alza il livello di gioco con Gilding che spreca due freccette per andare avanti due leg a zero, l’inglese accusa il colpo e l’australiano conquista il break approfittando di otto errori al D20 in entrata dell’avversario e chiude poi l’incontro con il miglior leg del match in 13 frecce. 

La migliore prestazione del primo turno è sicuramente quella di Gary Anderson che lascia appena un leg al connazionale John Henderson. Il campione del mondo esprime tutto il suo potenziale nel powerscoring, andando vicino anche lui come Taylor ad un leg perfetto, ma fermandosi al T17 della combinazione finale. Henderson gioca ad un livello più che accettabile, ma nulla può contro un Anderson che si aggiudica i primo set con leg in 15, 12 e 14 frecce. Nel secondo set arrivano i primi errori in chiusura, ma le uniche occasioni che Henderson ha sono dei checkout “dalla lunga distanza”, 160 nel secondo leg e 106 nel terzo, che non riesce a chiudere e così Anderson si aggiudica set e match senza perdere più alcun leg. 

Per lo scozzese si prospetta un secondo turno non facile contro Ian White che batte per due set a zero Jamie Caven infliggendo così la sesta sconfitta al primo turno su sei partecipazioni a “Jabba”. Il fresco numero 8 del mondo approfitta dei troppi errori ai doppi di Caven e si aggiudica per 3-1 il primo set. Nel secondo set Caven ottiene il break che lo porta a tirare per il set con un 15-darter, ma gioca un pessimo quarto leg del set in cui manca anche una freccette per vincere il parziale consentendo a White di ottenere il controbreak e poi mettere il sigillo al match con uno strepitoso 11-darter. 

Grandissima partita anche per Robert Thornton che batte per 2-0 un Daryl Gurney molto positivo, ma che ha la sfortuna di ritrovarsi in pedana con un avversario in giornata di grazia. Lo scozzese si aggiudica al leg decisivo un primo set di livello stellare grazie ad un paio di leg in 12 frecce e due checkout a tre cifre. Nel secondo set Gurney cala leggermente, mentre Thorton continua a martellare il doppio ed il triplo 20 e con leg in 13, 15, e 14 dart chiude la partita. 

Nel prossimo match Thorton affronterà Justin Pipe che ha battuto per 2-1 Steve Beaton, nonostante un primo set osceno che ha visto entrambi i giocatori esprimersi sotto il 70 di average. Il primo leg dell’incontro è la sagra degli errori in chiusura e Beaton se lo aggiudica con il numero record di 33 frecce! Pipe continua a non trovare mai il doppio vincente e il campione Lakeside 1996 di aggiudica così il primo set per 3-0. La pausa però fa bene a Pipe che alza notevolmente il proprio livello di gioco a differenza di Beaton che invece mantiene uno standard decisamente insufficiente. Due leg in 13 frecce consegnano il secondo set a Pipe che poi si porta avanti 2-0 nel set decisivo grazie a checkout di 105 e 106. Beaton sembra poter portare il match al leg decisivo, ma nel quarto leg con sei frecce da 150 riesce a segnare visite di 50 e 29, consentendo così a Pipe di chiudere l’incontro con un checkout di 71. 

Programma di Martedì 6 Ottobre
Dalle Ore 20:00
Secondo Turno
Michael Smith v Jamie Lewis
Dave Chisnall v Jelle Klaasen
Michael van Gerwen v Kim Huybrechts
Adrian Lewis v Mark Webster

Be the first to comment on "World Grand Prix 2015, 5 Ottobre: strepitosi van der Voort e Suljovic, eliminati Taylor e Wade!"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*