Sono 10 per Mister Taylor. A Dublino il padrone è sempre lui!!

Sono dieci. Dieci volte in quattordici anni che è Phil Taylor ad alzare il trofeo del World Grand Prix. Il match contro il giocatore con la quota più alta di sempre come vincente ad inzio torneo ad aver raggiunto la finale, come è stato definito dagli inglesi Brendan Dolan, è stato però tutto tranne che una passeggiata.

Ed incredibilmente Dolan può dire a fine partita addirittura di avere qualche rimpianto. Il Nordirlandese inzia forte con il break nel primo leg del match, Taylor però sa l’importanza di partire subito avanti e non far entrare il pubblico in partita, e con legs in 12 e 13 freccette e poi chiudendo sul D8 dopo l’errore al bull di Dolan porta a casa il primo set. Nel secondo set i due iniziano quello che sarà il leit motiv della serata, e cioè le occasioni buttate al vento sui doppi. Dolan nel secondo set manca un doppio in ognuno dei 3 legs giocati. Taylor prima fa il break in 13 darts, poi dopo aver sbagliato tre freccette al doppio approfitta di Dolan che non riesce a chiudere 50 mancando il singolo 18 e sbagliando quindi l’unica freccetta al D16, e infine chiude il set sul D8 dopo che Dolan manca una freccetta al D19. Il match sembra scivolare velocemente nelle mani di Taylor quando vince il primo leg del terzo set con un 101 di checkout per un 12-darter, e poi apre il leg successivo in cui Dolan tira per primo con un 160. Qui Dolan però ha la prima reazione del match e trova 180 e 140 per poi vincere il leg sul D20, mettendo fine così alla striscia di 7 legs consecutivi vinti dall’inglese.  Taylor sembra accusare il colpo, e nei successivi due legs fatica a trovare i triplo, e Dolan nonostante gli errori al doppio li chiude senza concedere occasioni a Taylor e vince un fondamentale terzo set in cui era l’inglese a tirare per primo.

Il quarto set è un’altalena di emozioni e probabilmente uno dei più importanti del match. Dolan ha il vantaggio di tirare per primo e potrebbe riportare il match in parità con l’arena di Dublino che inizia a farsi sentire, fischiando in continuazione Taylor durante le sue visite in pedana. Dolan parte bene con un 180 ma poi sbaglia due freccette al D8, Taylor sembra piazzare una delle sue solite zampate, quando però gli rimane sul ferro la freccette al Bull per un 167 di checkout. Dolan però con la prima freccetta trova il D16 invece del D8 e allora Taylor fa il break. Taylor conferma alla sua maniera il break aprendo il leg con un 160 e chiudendolo poi senza problemi. Il set sembra essere finito quando Taylor si lascia 72 con Dolan su 170, il nordirlandese però trova il checkout massimo, e poi nel leg successivo apre con un 107 e trova un 180 per fare il break e portare il set al leg decisivo dove sarà lui a tirare per primo. Entrambi non aprono con le prime tre freccette, poi però Taylor trova score di 120, 139 e 140, e dopo che Dolan non chiude 164, si porta a casa il quarto set sul D18 al secondo tentativo. Il quinto set è caratterizzato da una marea di errori al doppio. Dolan fa il break nel primo leg dopo che Taylor non chiude tre freccette al doppio che si era guadagnato con un 177. Dolan però come spesso gli accadrà nel match, il leg successivo dopo aver fatto il break non trova il doppio d’apertura, e parte nel leg solo alla sesta. Taylor sbaglia tre freccette al D20, ma Dolan non chiude l’unica freccetta al D16, e l’inglese fa il contro break al quinto tentativo. Stavolta è Taylor a non trovare il doppio all’inizio, ma Dolan spreca ben 5 freccette al doppio, e Taylor chiude al suo sesto tentativo sul D3. Nel quarto leg del set, Dolan non chiude 120, e Taylor ha due freccette al D16 per vincere il set, però le spreca e Dolan chiude 60 con la terza freccetta.Nel leg decisivo Taylor manca di pochissimo il bull per un 124, e Dolan vince il set chiudendo 86 in due freccette.

Dolan così si ritrova sotto solo 3-2 e con la possibilità di tirare per primo nel sesto set, Taylor però parte subito fortissimo e fa il break in 14 darts e poi va sul 2-0 sul D20. Dolan sfrutta un leg osceno di Taylor per accorciare le distanze senza problemi e dopo un altro Bull mancato da Taylor per un 123 chiude 84 in due per fare il break e tirare per primo nel leg decisivo del set. Dolan qui però un’altra volta non trova il doppio d’entrata e apre solo all’ottava, Taylor non ha pressione e dopo il 160 iniziale trova anche un 171 e chiude il set al secondo tentativo sul D20 per un leg in 13 darts e andare avanti 4-2. Il settimo set inizia con il break di Dolan che chiude 88 in due freccette. Dopo però 5 sets consecutivi vinti da chi non aveva il vantaggio di tirare per primo, Taylor fa l’immediato contro break chiudendo 100 con due D20, poi sfrutta due leg dove Dolan fatica ad aprire, e si aggiudica il set chiudendo 85 sul D6.  Il match sembra ormai finito, Dolan però nell’ottavo set non demorde e vince il primo leg chiudendo 81 sul D6, e poi fa il break chiudendo 124 sul Bull dopo un 180. Qui però prima non trova il doppio in apertura e regala il contro break a Taylor, e poi l’inglese con punteggi di 100-180-140 e chiudendo 81 per un leg in 12 darts, forza il set al leg decisivo. Questa volta è Taylor che apre solo alla 12sima freccetta, e Dolan può così vincere il set chiudendo 61 in due darts.

Taylor ha ancora il vantaggio di tirare per primo nel nono set, Dolan però apre con punteggi di 100-137-180 per fare il break in 11 freccette chiudendo 84 in due darts. Dolan però ancora una volta non trova il doppio d’apertura e Taylor fa subito il controbreak. Nel terzo leg Taylor non apre con le prime tre, Dolan con un 180 e un 137 si lascia su 52, ma Taylor chiude 83 sul Bull per vincere un leg fondamentale. Dolan subisce il colpo e anche se Taylor non apre con le prime tre, poi con punteggi di 120 e 141 chiude il match sul D20 al secondo tentativo. Vittoria dunque per Taylor anche se la partita è stata giocato su livelli non eccelsi. Tanti errori sui doppi soprattutto in chiusura, e Dolan non è riuscito a sfruttare di gran lunga il peggior Taylor della settimana, pagando dazio all’emozione e alla tensione per la prima finale importante della carriera. I big della PDC avranno poco tempo però per andare in vacanza, perchè già da settimana prossima riparte la Championship League Dars, e poi a metà Novembre ci sarà il Grand Slam of Darts uno dei tornei più attesi da tutti gli appassionati di freccette, e a cui, grazie a questa prestazione, parteciperà anche Brendan Dolan.

a cura di Simonbals

Be the first to comment on "Sono 10 per Mister Taylor. A Dublino il padrone è sempre lui!!"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*