Campionato del Mondo PDC 2018: quante sorprese al primo turno, da Venerdì 22 i sedicesimi di finale

Il primo turno del Campionato del Mondo PDC 2018 si è concluso Giovedì sera con la vittoria di Peter Wright sul brasiliano Diogo Portela. Nelle prime otto giornate della manifestazione non sono mancati però i colpi di scena, con un livello di gioco mai così alto e tantissime teste di serie che hanno abbandonato prematuramente il sogno di trionfare all’Alexandra Palace.

Da quando il mondiale PDC si è allargato ad almeno 64 giocatori nell’edizione 2006, è accaduto solo una volta che più giocatori facenti parte del seeding venissero eliminati al primo turno (13 TdS sconfitte proprio nell’edizione 2006). Quest’anno a Londra sono state ben dodici le teste di serie eliminate nei trentaduesimi di finale, con alcuni nomi che hanno fatto molto rumore come Adrian Lewis, Dave Chisnall e James Wade.

QUI potete trovare il programma completo con statistiche e risultati del Campionato del Mondo PDC 2018. QUI invece trovate la programmazione completa del World Darts Championship sui canali di Sky Italia.

Per la prima volta in 13 partecipazioni, Lewis è stato sconfitto al primo turno di un Campionato del Mondo. Il due volte vincitore all’Alexandra Palace si è fatto rimontare un vantaggio di un set e due leg dal 29enne tedesco Kevin Munch, alla seconda partecipazione al mondiale dopo l’esordio avvenuto nel 2012.

Lewis ha completato coerentemente due anni disastrosi che hanno fatto seguito alla fine raggiunta al World Championship nel 2016 quando venne sconfitto per 7-5 da Gary Anderson. Il 32enne di Stoke-on-Trent negli ultimi 24 mesi ha conquistato appena due tornei sul Pro Tour, non raggiungendo alcuna finale in tornei televisivi di primo livello.

“Jackpot” si presentava a questo torneo come testa di serie numero 7, mai così male dal 2010, ed insieme a Taylor era l’unico giocatore a non essere mai uscito dalla top 10 dell’Order of Merit, la classifica basata sui guadagni degli ultimi due anni introdotta nel 2007. Dopo la sconfitta al primo turno contro Munch, Lewis si ritroverà in classifica addirittura fuori dalla Top 16, numero 20 dell’Order of Merit nella migliore delle ipotesi a fine mondiale. Una crisi che probabilmente lo porterà a non essere chiamato in Premier League per la prima volta dopo dieci stagioni consecutive.

Lewis non era l’unico giocatore inglese che arrivava a questo appuntamento in uno stato di forma precario. James Wade e Dave Chisnall infatti sono stati autori di un 2017 molto deludente e le sconfitte al primo turno contro giocatori del calibro di Keegan Brown e Vincent van der Voort sono sorprese relative.

Wade, testa di serie numero 11, prima volta fuori dai primi sette giocatori del seeding dal 2007, ha perso al set decisivo contro Brown, un match che ha mostrato i limiti attuali di un giocatore che al momento non ha il ritmo sui tripli per competere ai livelli a cui ci aveva abituato.

Chisnall, numero 8 del seeding, non è riuscito ad opporre alcuna resistenza ad un van der Voort che risolti i problemi alla schiena è tornato a giocare benissimo. Per Chisnall si è completato così un 2017 che non lo ha mai visto andare oltre gli ottavi di finale nei tornei televisivi di primo livello e la sensazione che ha dato in pedana il giocatore di St. Helens è quella di non avere alcuna fiducia al momento e di soffrire anche per qualche problema fisico.

Il livello medio di questo primo turno è stato da record. Ben otto giocatori hanno fatto registrare un average oltre il 100 nel primo turno, lo stesso numero delle precedenti quattro edizioni messe insieme. L’average del primo round è stato 93.25 con il 40.8% ai doppi, un incremento folle rispetto al record precedente della scorsa edizione che era stato fatto segnare a 90.69!

La parte bassa del tabellone è quella che ha visto il maggior numero di teste di serie saltare ed offre delle sfide inedite come Munch-Alcinas, Brown-Lerchbacher e West-Wattimena. Nella parte alta del tabellone invece i pronostici sono stati ampiamente rispettati e troviamo i tre match di sedicesimi di finale più interessanti: Price-White, van Barneveld-K. Anderson e Cross-Smith.

Il secondo turno inizierà Venerdì pomeriggio alle 13:30 e si completerà Mercoledì 27 nella sessione serale con Wright-J. Lewis che sarà l’ultimo dei sedicesimi di finale ad andare in pedana.

Venerdì 22 Dicembre 2017
Sessione Pomeridiana (Dalle 13:30)

Secondo Turno
Gerwyn Price v Ian White
Vincent van der Voort v Steve Beaton
Jan Dekker v Dimitri Van den Bergh

Sessione Serale (Dalle 20:00)
Mensur Suljovic v Robert Thornton
Gary Anderson v Paul Lim
Michael van Gerwen v James Wilson

Sabato 23 Dicembre 2017
Sessione Pomeridiana (Dalle 14:00)

Keegan Brown v Zoran Lerchbacher
Michael Smith v Rob Cross
Steve West v Jermaine Wattimena

Sessione Serale (Dalle 20:00)
Daryl Gurney v John Henderson
Phil Taylor v Justin Pipe
Raymond van Barneveld v Kyle Anderson

Mercoledì 27 Dicembre 2017
Sessione Pomeridiana (Dalle 13:30)

Simon Whitlock v Darren Webster
Alan Norris v James Richardson
Kevin Munch v Toni Alcinas

Sessione Serale (Dalle 20:00)
Peter Wright v Jamie Lewis
Ottavi di Finale

 

Be the first to comment on "Campionato del Mondo PDC 2018: quante sorprese al primo turno, da Venerdì 22 i sedicesimi di finale"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*