Coppa del Mondo WDF 2011, Giornata Finale

Dopo tre giorni di grandi darts, siamo arrivati alla giornata conclusiva quando si disputeranno tutte le finali di tutte le competizioni. L’Inghilterra sembra lanciata verso la vittoria della coppa sia nel maschile che nel femminile, e potrebbe tentare anche la tripletta aggiudicarsi il titolo juniores. Tanti grandi match oggi, tra cui la partita di cartello Adams-Waites nella finale del singolo. Segui tutta l’azione in tempo reale su TUTTODARTS.Programma della giornata

11.30 Finale Juniores Femminile (11 legs)
Fallon Sherrock(ING) 6-0 Courtney Mulder(RSA)
12.10 Finale Juniores Maschile (11 legs)
Jimmy Hendricks(NED) 6-4 Max Hopp(GER)
12.50 Finale Coppie Femminile (11 legs)
Gulliver/Hedman(ING) 6-5 Krappen/Hoenselaar(NED)
13.30 Finale Coppie Maschile (11 legs)
Adams/O’Shea(ING) 6-4 Engstrom/Larsson(SVE)
15.30 Finale Coppie Misto Juniores (11 legs)
Jones/Sherrock(ING) 6-3  Hopp/Widmann(GER)
16.10 Finale Singolo Femminile (13 legs)
Trina Gulliver(ING) 7-6 Julie Gore(GAL)
16.50 Finale Singolo Maschile (13 legs)
Martin Adams(ING) 3-7 Scott Waites(ING)
17.30 Finale Squadre Maschile (17 legs)
Inghilterra 9-8 Finlandia
 
Finale Squadre Maschile
Si giocano la finale la super favorita Inghilterra e la sorpresa del torneo la Finlandia. Le formazioni sono composta da Adams, O’Shea, Waites e Atkins per gli inglesi e Komula, Sanssi, Ceder e Korte per gli scandinavi. La formula è quella classica dei match a squadre, ogni giocatore gioca un leg contro ognuno degli avversari, per un totale di 16 legs, eventualmente sull’8 pari leg secco di spareggio con i capitani che scelgono il giocatore da far giocare.
 
Inghilterra-Finlandia
0-0 La Finlandia tirerà per primo nel primo leg
 1-0  O’Shea-Komula, l’inglese parte fortissimo con punteggi di 180, 140 e 165, per chiudere poi il leg in 11 darts, inutile il 180 del finlandese
 2-0  Waites-Sanssi, anche Waites apre con un 180, e  poi con punteggi di 135 e 94, si lascia 32 dopo 12, e chiude al primo tentativo sul doppio.
2-1  Adams-Korte, il finlandese trova un 159 per lasciarsi D12 e chiude ill eg in 16 freccette con Adams che non era ancora un un checkout.
3-1 Atkins-Ceder, per la terza volta in quattro leg il giocatore inglese apre con un 180, e senza problemi chiude il leg in 15 freccette.
3-2 O’Shea-Sanssi, il finlandese apre il leg con punteggi di 100, 140 e 100 e con un O’Shea lontano si può permettere di sbagliare 5 freccette al doppio prima di chiudere in leg in 16 darts.
3-3 Adams-Komula, il finlandese apre con punteggi di 140 e 120, e si lascia 81 dopo 12 darts. Adams fatica a trovare il triplo, Komula sbaglia una freccetta al bull, Adams manca il D16 per un 131 di checkout, e Komula fa il break all’ultimo tentativo e riporta il match in parità.
4-3 Waites-Ceder, Waites apre con punteggi di 100, 140 e 140 per poi il leg in 15 freccette e riprendersi subito il break di vantaggio.
4-4 Atkins-Korte, l’ingelse inizia bene ma poi trova un 11 subito punito da un 140 del finlandese. Con Korte su 118, Atkins deve chiudere 149, ma fa solo 39, poi non trova il 110 di checkout, e Korte che si era lasciato il D20 chiude con l’ultima freccetta e riporta ancora una volta il match in parità.
4-5  Adams/Ceder, il finlandese apre con due 140, ma Adams risponde in tono e sbaglia il bull per un 161. Ceder  non riesce a chiudere 98, ma Adams sbaglia due freccette al D8, e allora la Finlandia si porta avanti per la prima volta nel match.
5-5 Waites-Komula, l’inglese apre con un 100, Komula cerca di mettere pressione con un 140, ma Waites risponde con un 180 e nonostante il successivo 45 è il primo al doppio, ma sbaglia una freccetta al D18. Komula però è lontano e non chiude 160, e Waites pareggia così i conti con un leg in 16 darts.
6-5 Atkins-Sanssi, l’inglese gioca un brutto leg, ma il finlandese sbaglia 5 freccette al doppio, e così Atkins può fare il break in 20 freccette.
7-5 O’Shea-Korte, l’inglese parte forte con due 140 consecutivi, e poi chiude senza problemi in 15 darts.
7-6 Atkins-Komula, altro brutto leg di Atkins e Komula può chiudere senza pressione sul D10 per un leg in 16 freccette.
8-6 Adams-Sanssi, l’inglese non chiude 106, ma il finlandese non riesce ad uscire su 83, e così Adams porta l’Inghilterra ad un solo leg dalla vittoria.
8-7 Waites-Korte, incredibile Waites piazza il suo terzo 180 in 4 match e dopo 9 darts si ritrova a 121. Il finlandese non riesce a reggere il passo, e Waites sbaglia una freccette al D8 per un 121 di checout, e si permette anche di sbagliare altre tre freccette. Korte non trova il 170, ma Waites sbaglia altre 3 freccette al doppio D4, e Korte allora chiude sul D18 e allunga il match.
8-8 O’Shea-Ceder, il finlandese si lascia 56 dopo 15, O’Shea non riesce a chiudere 100 per il match segnando solo  29, e allora Ceder chiude con l’ultima freccetta per forzare il match al leg decisivo.
9-8 Waites-Komula, l’inglese vince il bull e apre con un 140 seguito da un 100, mentre in finlandese dopo un 61 si riporta nel leg con un 140. Waites però risponde da campione con un 137 per lasciarsi 124 dopo 9, e Komula cerca di rimanere attaccato con un 100. Waites sbaglia il bull per un 124 di checkout, Komula con un 140 si lascia 60 dopo 12, ma questa volta Waites non sbaglia e l’Inghilterra si aggiudica anche questo titolo.
 
 
 
Averages finali:
Inghilterra: 86.93
Finlandia: 83.79
 
 
Finale Singolo Maschile
 
Rivincita della sfida di quasi un mese fa al Winmau, anche se questa conta molto meno, l’Inghilterra al maschile ha già vinto la Coppa del Mondo, si prospetta però un match di alta qualità. Il match parte subito fortissimo, Adams apre con 140 e 135, Waites risponde con un 180 con le prime tre freccette e poi trova anche punteggi di 100 e 140 che gli permettono di essere il primo al doppio. Due errori però danno una chance ad Adams che sbaglia tre freccette al D19, e allora Waites fa subito il break in 17 freccette. Waites apre con 45, e Adams lo punisce subito con due 140 consecutivi seguiti però da 55 e 60, che permettono a Waites di rientrare nel leg grazie a due 140. Waites sbaglia una freccetta al doppio, Adams non chiude 96, ma Waites spreca altre tre freccette al D16. Adams però litiga ancora con il doppio sbagliando altre due freccete, e Waites alla fine chiude il leg in 20 darts, per andare sul 2-0 e confermare il break di vantaggio. Adams fatica a trovare il triplo nel terzo leg, e Waites con punteggi di 140, 140 e 92 si lascia 32 dopo 12 freccette,e questa volta chiude al primo tentativo per fare il secondo break e andare  sul 3-0. Adams stavolta parte bene con punteggi di 123, 95 e 140, e chiude 98 in due darts per riprendersi uno dei due break in 14 freccette. Adams fatica a trovare continuità sul triplo 20, e apre con punteggi di 60 e 45, Waites lo punisce subito  con un 140 e un 134, ma sbaglia poi il bull per un 128 di checkout. Adams non chiude 160, e Waites trova il doppio all’ultimo tentativo, per tornare avanti di due break. Waites gioca un leg molto solido, con punteggi di 140. 125 e 97, poi sbaglia una freccetta al D11 per un 139 di checout, e altre due freccette al doppio. Adams però è sempre lontano, non chiude 106, e Waites chiude sul D1 per andare avanti 5-1. Adams parte bene ma ancora una volta arrivato in zona checkout fatica a trovare i tripli, e con Waites che grazie a un 136 si lascia 28, è costretto a chiudere 106 di checkout per rimanere attaccato al match. Waites trova il suo secondo 180 del match, e dopo 12 freccette si lascia 40, Adams non chiude 161 e Waites si porta 6-2 trovando il D20 e chiudendo il leg in 13 freccette. Adams grazie al suo primo 180 del match è il primo ad arrivare al doppio e chiude il leg in 15 freccette, ma ora è Waites a tirare per primo. Waites apre con punteggi di 140 e 134, Adams invece non riesce a mettere pressione con punteggi di 100, 59 e 60, e così Waites può chiudere 72 in due darts, e trionfare in questa Coppa del Mondo 2011.
 
Averages finali:
Martin Adams: 91.44
Scott Waites. 98.73
 
Finale Singole Femminile
 
Parte subito forte la gallese Julie Gore, che si aggiudica i primi due leg in 22 e 16 freccette. Nel terzo leg la Gulliver sembra in controllo della situazione quando si lascia 80 dopo 15 freccette, ma la Gore prima senga un 125 per rimanere su 124, e poi sfruttando due errori al doppio dell’inglese, trova un fantastico 124 di checkout per andare sul 3-0 con due break. Il quarto leg è un vero e proprio incubo per entrambe, tutte e due sbagliano più di 7 freccette al doppio, e la Gulliver alla fine chiude in 30!!! darts e si riprende uno dei due break di svantagio. La Gore sbaglia 3 freccette per fare di nuovo il break e andare 4-1 avanti, e la Gulliver stavoltala punisce al primo tentativo. La Gore grazie a punteggi di 125 e 140 è la prima ad arrivare al doppio, ma sbaglia altre 4 freccette, prima che la Gulliver la punisca per riportare il match in parità. La Gore sembra aver subito il colpo delle occasioni perse, e la Gulliver con due 140 nel leg chiude senza pressione in 20 freccette, per andare per la prima volta nel match in vantaggio. Ottavo leg che potrebbe essere decisivo, tutte e due vanno molto piano e l’unico centone arriva al sesto turno di tiro, la Gulliver però trova un superbo checkout da 130, per fare il break e andare a due leg dalla vittoria. Il match si infiamma improvvisamente, la Gulliver apre il leg con 3 100 consecutivi, ma la Gore risponde con punteggi di 140, 121, 100 e 100 per chiudere il leg in 15 freccette e riaprire il match. La Gore sembra in controllo del leg, ma un 140 della Gulliver che la lascia su 46 mette pressione sulla gallese che infatti sbaglia una freccetta al doppio, la campionessa inglese però non concretizza due freccette per andare a tirare per il match e la Gore chiude e riporta ancora il match in parità. Entrambe aprono con un 41, ma la Gulliver segue con due 60 mentra la Gore trova un 135 e un 140, e poi chiude il leg in 15 freccette con un 140 di checkout. Parte male la Gore che trova il primo triplo solo al quinto turno di tiro, la Gulliver sbaglia il bull per un 170, la Gore non chiude il 140, ma l’inglese sbaglia due freccette al doppio. La gallese però spreca due freccette per il match, e la Gulliver forza il match al leg decisivo.  La Gore gioca un leg disastroso, trovando due tripli in 27 freccette tirate, trovando punteggi come 26, 15 e 7, e così la Gulliver si può permettere di sbagliare ben 9 freccette al doppio prima di chiudere il match e aggiudicarsi così la sua terza coppa del mondo.
 
Averages finali:
Julie Gore: 69.39
Trina Gulliver: 66.87
 
Finale Coppie Misto Juniores
 
L’Inghilterra vince la sfida contro la coppia tedesca e si aggiudica così anche la Coppa del Mondo Juniores 2011. L’Inghilterra parte forte e chiude il primo leg in 20 freccette, poi però sbagli al doppio per andare 2-0 e la Germania pareggia subito il conto. Stesso copione anche nel terzo leg, dove Hopp/Widmann puniscono gli errori ai doppi dei due giovani inglesi. Gli errori al doppio sono la caratteristica di questo match, l’Inghilterra punisce per due leg consecutivi gli errori dei tedeschi, e poi allunga ancora per portarsi 4-2. Un 140 di Hopp nel settimo leg lascia la Germani su 100, ma Jones risponde in stile con un 180 per lasciare 36. Tre errori al doppio della ragazza inglese permettono però ad Hopp di tornare in pedana e accorciare le distanza. L’Inghilterra però non si mette paura, e chiude senza problemi i successivi due leg, per portare a casa vittoria e coppa.
 
Averages finali:
Jones/Sherrock: 69.45
Hopp/Widmann: 68.52
 
Finale Coppie Maschile
 
Non una partita bellissima quella tra la coppia inglese e quella svedese. Adams/O’Shea partono subito forte e chiudono il primo leg in 14 freccette.  Gli inglesi sbagliano una freccetta al doppio nel secondo leg e gli svedesi pareggiano il conto dei leg con un 104 di checkout. Con un leg in 16 freccette la coppia inglese si porta 2-1 e poi allunga vincendo un leg in 21 freccette, dopo che entrambe le coppie avevano sbagliato diverse freccette al doppio. La Svezia risponde però con tre 140 e un 81 di checkout per un leg in 12 freccette,e poi in un altro leg mediocre chiude sul D5 in 21 darts per riportare il match in parità.  L’Inghilterra però a questo punto allunga con due legs consecutivi in 18 freccette, per andare sul 5-3 ad un leg dalla vittoria, ma dopo aver aperto il nono leg con punteggi di 180, 140 e 100, sbaglia diversi tentativi al doppio, e la Svezia in 21 freccette conquista il suo quarto leg. Non c’è spazio però per allungare la rimonta, l’Inghilterra questa volta non sbaglia e in 17 freccette mette la parola fine alla partita.
 
Averages finali:
Adams/O’Shea: 82.14
Engstrom/Larsson: 83.34
 
 
Finale Coppie Femminile
 
Vittoria in rimonta per le due fuoriclasse inglesi, che però sono state davvero in grandissima difficoltà. Le olandesi partono fortissimo e grazie anche a dei bei leg in 18 e 16 freccette si portano avanti per 4-1.  A questo punto arriva il leg chiave del match, entrambe le coppie sprecano diverse occasioni al doppio, con le olandesi che non riescono a concretizzare 9 occasioni per portarsi avanti 5-1, e da qui riparte la rimonta inglese. Hedman/Gulliver  trovano altri tre legs consecutivi in 21, 16 e 21 freccette e si portano avanti 5-4, nonostante una chance al doppio avuta dalle olandesi nel nono leg. Nel decimo leg, con la Hedman che aspettava sul D4, la Hoenselaar trova un 118 di checkout per chiudere il leg in 18 freccette e forzare il match al leg decisivo. Nell’ultimo leg però le inglesi non lasciano spazio alle avversario e chiudono in 17 freccette per aggiudicarsi il titolo.
 
Averages finali:
Hedman/Gulliver: 75.60
Krappen/Hoenselaar: 71.34
 
Finale Juniores Maschile
 
Partita di altissimo livello quella tra l’olandese Hendricks e la sorpresa del torneo, il tedesco Hopp. Il tedesco parte forte e vince i primi due leg in 13 e in 18 freccette. Nel terzo leg entrambi trovano il T20 con continuità, ma è il tedesco a chiudere per primo, e con un leg in 11 freccette si porta avanti 3-0. Nonostante il secondo 180 del tedesco, Hendricks trova un 140 e chiude il leg in 15 freccette per entrare finalmente nel match. Hendricks riesce ad accorciare sul 3-2 con un 17-darter, ma il tedesco risponde anche lui con un leg in 17 freccette per riportarsi avanti 4-2.  Hendrick però accelera e con leg di 13 e 14 darts riporta il match in parità. L’olandese ha ormai portato l’inerzia del match dalla sua parte e prima con un 180  nel nono leg per chiuderlo in 18 freccette, e poi un 124 di checkout nel decimo leg per chiuderlo in 15, gli assicurano il titolo di vincitore della coppa del mondo di singolo juniores 2011.
 
Averages finali:
Kimmy Hendricks: 96.00
Max Hopp: 92.97
 
Finale Juniores Femminile
 
Partita senza storia, in cui l’inglese domina l’avversaria che spreca delle occasioni sui doppi solo nel quinto leg.
 
Averages finali:
Fallon Sherrock: 63.06
Courtney Mulder: 48.63
 

Be the first to comment on "Coppa del Mondo WDF 2011, Giornata Finale"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*