Che errori al Winmau World Masters 2015! La BDO sbaglia due volte il tabellone femminile!

srt_champ

Non si placano le polemiche nel mondo della BDO. Ricostruiamo passo dopo passo quanto successo dal pomeriggio di Venerdì 2 Ottobre quando la BDO sul proprio sito ha pubblicato i tabelloni del Winmau World Masters, tra cui quello della discordia della competizione femminile.

Ha davvero dell’incredibile quanto sta accadendo alla vigilia di una delle settimane più importanti per la BDO (QUI l’articolo su tutti gli eventi che si disputeranno dal 6 all’11 Ottobre). Il Winmau World Masters è il torneo più antico ed il secondo per importanza del calendario BDO ed è anche uno dei pochissimi eventi della British Darts Organisation che quest’anno saranno trasmessi in TV. Questo lascerebbe pensare che nell’organizzare la competizione tutto sia fatto alla perfezione controllando più volte ogni aspetto, perché non si possono commettere errori in un torneo di questa importanza, ma purtroppo non è così! In questa edizione del Winmau World Masters i problemi sono iniziati addirittura con la pubblicazioni dei tabelloni, in particolare di quello della competizione femminile. 

Venerdì 2 Ottobre intorno all’ora di pranzo la BDO pubblica i tabelloni per le 4 competizioni del Winmau World Masters (Uomini, Donne, Under 18 Uomini, Under 18 Donne). Il tabellone femminile però ha una strana anomalia, non sono presenti le prime 4 giocatrici del mondo, Deta Hedman, Lisa Ashton, Aileen de Graaf e Fallon Sherrock! La prima ipotesi che viene fatta è quella che anche nel torneo femminile ci siano delle giocatrici che entrano nel tabellone nei turni successivi così come nel Winmau Maschile dove le prime 16 teste di serie iniziano il loro torneo dai sedicesimi di finale e non dal primo turno. Questo però avrebbe rappresentato un cambio di regolamento che non era mai stato pubblicato in alcun rulebook e di cui neanche le giocatrici stesse erano mai state avvertite. 

Dopo più di 3 ore la BDO “ammette” l’errore togliendo il tabellone femminile dal proprio sito, facendo sapere alle giocatrici che sarà effettuato un nuovo sorteggio perché come sempre nel Winmau Femminile tutte le giocatrici devono partire dal primo turno e non ci sono esenzioni per le teste di serie. Il nuovo tabellone viene pubblicato solamente Sabato pomeriggio, dopo più di 24 ore di attesa, ma anche questa versione presenta dei grossi dubbi sulla sua correttezza!

QUI LA PRIMA VERSIONE DEL TABELLONE  DEL WINMAU WORLD MASTERS FEMMINILE

QUI LA SECONDA VERSIONE DEL TABELLONE DEL WINMAU WORLD MASTERS FEMMINILE

I problemi sono principalmente due:

  1. Il nuovo tabellone non è stato sorteggiato da zero come era ovvio aspettarsi, ma la nuova versione è sostanzialmente identica a quella precedente con solamente le teste di serie corrette.
  2. Negli anni scorsi le teste di serie sono sempre state 16, nella nuova versione del tabellone così come in quella vecchia invece ne sono presenti solo 8!

L’aver aggiustato il tabellone invece di rifare il sorteggio da zero falsa ovviamente tutto quanto il torneo. Le giocatrici che nella prima versione erano teste di serie e che nella nuova non lo erano più, ossia Trina Gulliver, Ann Louise Peters, Paula Jacklin e Casey Gallagher, sono state inserite ognuna in un ottavo di tabellone differente al posto di un Bye, questo vuol dire che queste giocatrici devono iniziare per forza dal primo turno e non hanno avuto la possibilità di prendere un bye al primo turno, oppure che tra di loro non si possono incontrare prima dei quarti di finale, quando in teoria potevano essere sorteggiate tra di loro al primo turno, ed ancora essendo inserite al posto di un bye sono state (giustamente) messe in fondo al proprio settore e questo vuol dire che non potranno incontrare una delle prime 8 teste di serie prima degli ottavi di finale! 

Non c’è bisogno di continuare questo elenco per capire quanto sia sbagliata la strategia utilizzata dalla BDO. Studiando le due versioni del tabellone del Winmau Femminile emergono anche altri aspetti “inquietanti”. Nella seconda versione ci si aspettava di trovare 4 giocatrici in più rispetto alla prima, ma le partecipanti sono passate da 152 a 157! Questo vuol dire che nel compilare il primo tabellone la BDO si era dimenticata di inserire anche la giocatrice slovacca Dominika Kopkasova! Inoltre senza alcun motivo una giocatrice finaldese, Maret Liiri è stata spostata dal Group 7 in cui aveva un bye al primo turno, al Group 8 in cui invece deve giocare il primo turno, il suo posto lo ha preso la giocatrice belga Jill Desmedt, ed al posto della Desmedt è stata inserita la Kopkasova!. 

Se consideriamo anche il problema del numero delle teste di serie, con giocatrici che si ritrovano in settori di tabellone con ben quattro delle prime 16 del mondo (Group 4), le critiche e le proteste che si stanno alzando nei confronti della BDO sono più che comprensibili. Quello che viene percepito dalla giocatrici è una mancanza di rispetto verso il settore femminile e questo è solo uno dei tanti eventi accaduti in questi anni. Lo stesso format del Winmau World Masters Femminile, con tutte le partite al meglio dei 7 legs diventa “ridicolo” per quello che dovrebbe essere un Major se messo a confronto con tornei di terza categoria che prevedono partite su distanze più lunghe. 

L’aspetto più negativo però è quello dell’incompetenza dei dirigenti della BDO nel gestire una situazione del genere, come è possibile sbagliare il tabellone del secondo torneo più importante della proprio organizzazione? Anche un semplice appassionato di freccette come il sottoscritto si è accorto fin dal primo istante di tutte le anomalie che entrambe le versioni del tabellone presentavano, è accettabile che un’organizzazione di questa importanza possa commettere errori del genere, dando l’impressione di non conoscere neanche i propri regolamenti? 

L’osservazione che mi viene da fare è che non c’è neanche da stupirsi di quanto accaduto, la BDO negli ultimi anni a questo ci ha abituato. Per fortuna tra pochi giorni saliranno in pedana i giocatori e le giocatrici e con le loro freccette ci faranno dimenticare tutta questa storia.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*